La finanza decentrata del nostro Paese ancora oggi stenta a superare gli effetti del lungo periodo di crisi. L’impatto positivo dell’allentarsi dei vincoli di austerità ne risulta rallentato. La parte congiunturale del Rapporto 2018 analizza e interpreta l’evoluzione della finanza territoriale alla luce delle politiche intraprese nel periodo più recente. La parte monografica affronta il tema del regionalismo asimmetrico. Il riconoscimento di maggiori forme di differenziazione alle Regioni a statuto ordinario è al centro del dibattito sul rapporto tra Stato e Regioni, in particolare dopo l’avvio dei negoziati per il riconoscimento di forme più avanzate di autonomia, in alcune regioni accompagnati dai referendum consultivi. Si analizzano le richieste delle Regioni e si propongono i possibili scenari conseguenti alle diverse ipotesi proposte in termini di risorse coinvolte, funzioni delegate, qualità dei servizi offerti al cittadino, coesione territoriale. Questo Rapporto rappresenta dunque un primo tentativo di analisi delle possibili implicazioni delle richieste di autonomia provenienti dalle Regioni.

Il volume è pubblicato in formato elettronico e scaricabile liberamente qui

cover Finanza_Territoriale_2018

Autore: Ires Piemonte, Irpet, Srm, Eupolis Lombardia, Ipres, Liguria Ricerche

Dicitura Bibliografica: Rubbettino, 2018
ISBN 9788849857092