Presentazione dell'Istituto

L’IRPET, nato nel 1968 come organo tecnico-scientifico del CRPET (Comitato regionale per la programmazione economica della Toscana) con la finalità di compiere gli studi preliminari all’istituzione dell’ente Regione, è diventato Ente pubblico con legge della Regione Toscana nel 1974.
L’ordinamento dell’Istituto è attualmente stabilito con Legge Regionale n. 59 del 29.07.1996 e sue successive modifiche ed integrazioni, di cui alla pagina Regolamenti alla voce “Ordinamento dell’IRPET”.

 

Attività dell’Irpet

Le attività di ricerca dell’ IRPET si esprimono attraverso analisi strutturali, rapporti congiunturali e note brevi. I risultati vengono presentati per mezzo di rapporti strutturali e iniziative divulgative.

I rapporti fanno riferimento  all’economia toscana vista nel suo complesso e nei suoi spaccati settoriali: sul commercio estero, sul mercato del lavoro, sull‘agricoltura e sul turismo.

Il rapporto annuale sulla situazione economica della regione è rivolto a raccogliere l’evoluzione più strutturale del sistema socio-economico regionale, anche nelle sue prospettive future. Molti di questi rapporti avranno la natura di note sintetiche inserite nel sito IRPET. La diffusione periodica di informazioni sulla Toscana è affidata anche ai quaderni on line: Flash Lavoro e Federalismo in Toscana con periodicità trimestrale. Nell’ Osservatorio sul Federalismo in Toscana, sempre on line, vengono presentati contributi di riflessione da parte del mondo scientifico regionale e non.

 

Sistema delle relazioni
L’IRPET, nello svolgimento delle proprie attività, collabora con centri di ricerca, italiani e stranieri, e dipartimenti universitari.
E’ parte attiva della rete degli istituti di ricerca regionali e collabora con il Comitato delle regioni.
L’IRPET collabora con numerosi enti e aziende, tra questi:

 

Enti Pubblici
Comuni, Province, Ministeri, Cassa depositi e prestiti

 

Istituti, Fondazioni e Imprese

 

Formazione
L’IRPET svolge anche compiti di formazione attraverso l’attivazione di stage e borse di studio .

 

Responsabile contenuti: G. Cadeddu