IRPET- SdF Web Application

La realizzazione di un progetto di investimento pubblico non è sempre preceduta da uno specifico studio di fattibilità, sebbene il legislatore abbia sollecitato, con tempi e modi differenti, le Amministrazioni a dotarsi di metodi e strumenti utili a sviluppare valutazioni preventive di convenienza economica dei progetti d’investimento.
Nell’ultimo decennio sono stati prodotti diversi manuali per orientare la valutazione dei progetti pubblici, sia in Italia, sia in ambito comunitario. Si tratta di guide di diversa ampiezza e profondità che raramente, però, sono divenuti strumenti operativi impiegati in modo abituale dai decisori pubblici per valutare la sostenibilità finanziaria e l’utilità economica delle iniziative.
IRPET-SdF è una web application che offre al management pubblico uno strumento chiaro e di semplice applicazione in supporto all’analisi di pre-fattibilità di un investimento pubblico.
Lo strumento consente di valutare la fattibilità di progetti caratterizzati da diverse combinazioni di fonti di finanziamento, che comprendono il caso del totale ricorso al finanziamento pubblico come quello dello schema partenariale pubblico-privato.
IRPET-SdF combina semplicità di utilizzo a rigore metodologico e a un elevato dettaglio informativo. L’articolazione della web application include infatti tutte le fasi necessarie per la predisposizione di una corretta analisi costi-benefici: dalla specificazione delle caratteristiche qualitative e quantitative dell’investimento allo sviluppo della domanda dei servizi associati all’infrastruttura, all’analisi finanziaria, fino al passaggio all’analisi economica attraverso le opportune correzioni fiscali e di mercato dei flussi finanziari.
Nell’ambito dell’analisi economica la web application permette all’utente di ottenere una stima degli effetti esterni (esternalità) che la realizzazione dell’intervento comporterà sul territorio. Il computo di tali esternalità si basa su algoritmi specificatamente predisposti per ciascuna tipologia di intervento infrastrutturale. Parte dell’analisi è inoltre svolta avvalendosi della consolidata esperienza di IRPET nell’ambito della modellistica input-output multi-regionale.

La web application è disponibile al seguente link:

 sdf.irpet.it

Progetti generatori di entrate cultura e conservazione del patrimonio
Calcolo degli aiuti compatibili con il mercato interno

L’art.53 del Regolamento 651/2014 (Aiuti per la cultura e conservazione del patrimonio), stabilisce le condizioni per cui gli aiuti per la cultura e la conservazione del patrimonio sono compatibili con il mercato interno ai sensi dell’articolo 107, paragrafo 3, del trattato e sono esentati dall’obbligo di notifica di cui all’articolo 108, paragrafo 3, del trattato. In particolare, tali norme sono rivolte a porre un tetto, un limite massimo, agli aiuti agli investimenti o al funzionamento per questa tipologia di interventi. Tale limite coincide, per gli investimenti, con la differenza tra i costi ammissibili e il risultato operativo dell’investimento stesso (il gestore dell’infrastruttura può mantenere un utile ragionevole nel periodo rilevante); per il funzionamento, con quanto necessario per coprire le perdite di esercizio e un utile ragionevole nel periodo in questione.
Lo strumento che proponiamo, in formato Excel (accompagnato dalla relativa guida), consente il calcolo dell’utile ragionevole e del conseguente aiuto massimo consentito, a partire dalle informazioni inserite dall’utilizzatore su costi di investimento e di gestione.

Allegati scaricabili:

Guida

Strumento Excel