stretta di mano

Le attività formative con effetti maggiori sulla probabilità di occupazione a 18 mesi sono quelle legate al Made in Italy (+10,8% rispetto ai non formati) e al settore turismo e vendite (+12,2%) e più generalmente quelle a contenuto vocazionale; inoltre, la presenza di un tirocinio all’interno dell’attività formativa contribuisce a far crescere il valore aggiunto del corso (+11,8% rispetto ai non formati).

Grafico: effetti medi (a 18 mesi dall’avvio dell’attività formativa) sulla probabilità di avviamento al lavoro